Skincare e problemi di pelle

a cura del dermatologo Dott. Del Sorbo
riceve a SALERNO

Come fare una corretta skincare quotidiana

L’espressione anglosassone “skin care” viene utilizzata per indicare la cura quotidiana della pelle attraverso i prodotti cosmetici. Tale termine è stato riconosciuto anche dall’Accademia della Crusca, e deriva dalla fusione di due vocaboli inglesi: “skin” che significa “pelle”, e “care” che vuol dire “cura”. Essa prevede diverse tappe, con l’applicazione di prodotti a strati (layering) in seguito alla normale routine di pulizia del viso. In genere si inizia con una pulizia profonda del viso, nota come “doppia detersione”. Tale tecnica è originaria dell’estremo oriente, e veniva utilizzata dalle geishe per rimuovere dal viso il tradizionale trucco bianco. La doppia detersione è considerata tra i principali segreti della bellezza orientale, e deve essere effettuata con prodotti appropriati che rispettano il microbiota e il delicato film idrolipidico cutaneo. In media una buona skincare richiede circa 15 minuti, e consiste in più step eseguiti secondo un ordine ben preciso:

Applica sul viso poche gocce di struccante oleoso

Si inizia infatti massaggiando poche gocce di olio struccante in grado di solubilizzare per affinità le impurità del viso. Questa prima detersione oleosa è fondamentale per rimuovere ogni traccia di make-up e di altre impurità. Può essere utilizzato un apposito balsamo oleoso per skincare, un burro struccante, un olio micellare, un latte detergente a base grassa o un olio struccante.

Struccante oleoso

Massaggia lo struccante oleoso e rimuovilo delicatamente con una spugnetta

Lo struccante oleoso va prima massaggiato e poi rimosso delicatamente mediante movimenti circolari, con una spugnetta bagnata, un panno struccante in microfibra, un guanto struccante o anche con un comune dischetto di cotone. Se invece si preferisce usare un panno struccante vegetale, sono ottimi quelli realizzati in canna di bambù, che inoltre consentono una microesfoliazione molto delicata.

Spugnetta per skincare

Completa la detersione con un detergente schiumogeno (doppia detersione)

Una volta rimosso lo struccante, si completa la detersione con un prodotto schiumogeno (detersione acquosa) in grado di allontanare per contrasto i residui grazie all’azione di tensioattivi delicati. In questo modo il detergente a base acquosa completa lo step precedente, eliminando le impurità idrosolubili come ad esempio il sudore e le cellule morte. In questa fase anche l’acqua micellare può essere una valida alternativa.

Detergente schiumogeno per la doppia detersione

Usa uno scrub come esfoliante

Una volta risciacquata la pelle con acqua tiepida si può utilizzare uno scrub che aiuti la cute a esfoliare in modo delicato. Lo scrub va lasciato in posa per qualche minuto e poi rimosso con acqua fredda, ma questa tappa andrebbe effettuata non più di una volta a settimana, per non danneggiare il film idrolipidico e il microbiota cutaneo. Lo scrub può contenere micro granuli vegetali (esfoliazione meccanica), enzimi dei frutti rossi (peeling enzimatico) o idrossiacidi (peeling chimico).

Scrub esfoliante

Applica una maschera delicata

Per gli stessi motivi, le maschere impiegate per la beauty routine vanno utilizzate non più di due volte a settimana. Esse donano alla pelle un concentrato di princìpi attivi naturali, ad azione idratante, nutriente, lenitiva, rassodante, purificante, depigmentante o elasticizzante a seconda del tipo di pelle e del tipo di azione desiderata. La maschera nera al carbone vegetale ad esempio, nota anche come black mask, può essere utilizzata in alcune persone con punti neri (comedoni aperti). A seconda delle necessità si possono utilizzare maschere viso sotto forma di creme a risciacquo, maschere in tessuto, e maschere peel off, cioè a strappo.

Maschera viso

Utilizza un tonico a base acquosa

Il tonico, per alcuni considerato un dispositivo obsoleto, è una soluzione acquosa che completa la pulizia quotidiana del viso e ripristina il pH fisiologico della pelle. Infatti un buon tonico per il viso consente di riacidificare il pH della pelle, talora alterato dall’acqua del rubinetto, soprattutto quando troppo calcarea. Una buona alternativa al tonico per il viso è l’acqua di rose.

Tonico per il viso

Applica un’essenza viso coreana

Prima del siero può essere applicata un’essenza coreana ad azione illuminante. Le essenze viso sono molto di moda nella cosmesi coreana, e sulla pelle esercitano un’azione riparatrice e antiossidante che donano al volto maggiore luminosità.

Essenza viso

Utilizza un buon siero

Il siero è invece utilizzato per prevenire i segni del tempo e uniformare il colore del viso. Il siero per il viso è un vero e proprio concentrato di princìpi attivi (tra cui caffeina, polifenoli, acido ialuronico, vitamina C, tocotrienoli, niacinamide) e rispetto alla crema ha una texture molto più fluida e a rapido assorbimento. Un buon siero non sostituisce la crema idratante, anzi, precedendola, ne potenzia l’azione in perfetta sinergia.

Siero viso

Completa con un contorno occhi, un balsamo labbra e un idratante viso

Completano la skincare un buon contorno occhi e un idratante naturale per le labbra, meglio se delicati, privi di parabeni e di altre sostanze sensibilizzanti. Per la skincare in gravidanza occorre utilizzare cosmetici delicati, e non controindicati in gravidanza e allattamento. Oltre che per il viso, esiste anche una skincare per la pelle del corpo (body care), per i capelli (hair care) e per le unghie (nail care), con prodotti diversi a seconda del distretto interessato. Anche negli uomini vi è una maggior attenzione per la pelle del viso e del corpo, e infatti oggi si parla sempre più spesso di skincare maschile. Nelle persone con cute particolarmente sensibile, reattiva o con vere e proprie malattie della pelle (per esempio acne, rosacea, dermatite seborroica, dermatite atopica, ittiosi, psoriasi, eczema), la skincare viene concordata con il proprio dermatologo al momento della visita specialistica.

Idratante per skincare

Al mattino utilizza una protezione solare

La beauty routine del mattino prevede come tappa aggiuntiva la protezione solare, che può essere effettuata applicando sul viso una crema ad alto fattore di protezione o una BB cream (BB = Blemish Balm, cioè balsamo per le imperfezioni), cioè un’unica crema contenente fondotinta, idratante e protezione solare. La skincare routine è una pratica personalizzata che può variare a seconda del tipo di pelle (per esempio seborroica, xerotica, mista, discromica), dell’ora del giorno e della stagione dell’anno.