paginemediche
Dermatologo Dott. Del Sorbo

Distrofia canaliforme di Heller

a cura del Dermatologo Dott. Del Sorbo
SALERNO - SCAFATI

Distrofia canaliforme di Heller e solchi sui pollici

La distrofia canaliforme di Heller è una distrofia delle unghie, in cui la lamina ungueale appare attraversata in tutta la sua lunghezza dall’alto verso il basso da un canale centrale depresso, che la divide in due metà simmetriche. Nelle forme più severe, il canale può a volte presentare un tipico aspetto ad albero di natale (variante Leclercq). La distrofia canaliforme rappresenta nella maggior parte dei casi solo un fenomeno estetico e solitamente non richiede terapia. I microtraumi ripetuti della lamina ungueale (es. onicofagia, onicotillomania, etc) rientrano tra i principali fattori scatenanti. In alcuni pazienti affetti da onicofagia, il fenomeno può regredire una volta rimossa la causa. In alcuni pazienti vi può essere una predisposizione familiare. L’unghia del pollice è maggiormente colpita, ma in rari casi possono interessate le unghie di tutte le dita. Le unghie affette da distrofia canaliforme di Heller possono talora presentare una lunula molto sviluppata, come nella foto. Sono stati riportati casi di distrofia canaliforme di Heller in pazienti in trattamento con isotretinoina sistemica. Al momento della visita dermatologica, saranno prese in considerazione tutte le altre possibili malattie delle unghie.

immagini di unghie solcate nella distrofia canaliforme di Heller
Distrofia canaliforme di Heller: nelle due immagini si intravede una lunula molto sviluppata

La distrofia canaliforme di Heller e Leclercq nella storia della dermatologia

La distrofia canaliforme di Heller (Heller’s median nail dystrophy) fu descritta nel 1928 dal dermatologo tedesco Julius Heller. Lo stesso autore 70 anni dopo, descrisse le unghie concave (unghie a cucchiaio o coilonichia) fenomeno talora osservabile nei pazienti con carenza di ferro o con malattia di Raynaud. La distrofia canaliforme di Heller, fu descritta in un interessante lavoro del 1942 dai dermatologi Moriz Oppenheim e David Cohen come nevo striato simmetrico dei pollici. Nel 1951 il dermatologo italiano Francesco Ronchese l’ha descritta negli USA come distrofia longitudinale fissuriforme. Una descrizione accurata della tipica solcatura canaliforme ad albero di natale, fu descritta in un importante lavoro di René Leclercq del 1964. Nel settembre 1965 il dermatologo americano Richard Lightburn Sutton pubblica un interessante lavoro sul Southern Medical Journal utilizzando il termine di solenonichia nei pazienti in cui erano interessate le unghie dei piedi.