paginemediche
Dermatologo Dott. Del Sorbo

Dermatiti dell’orecchio esterno

a cura del Dermatologo Dott. Del Sorbo
SALERNO - SCAFATI

MALATTIE DERMATOLOGICHE DELL’ORECCHIO ESTERNO E DEL CONDOTTO UDITIVO

a cura del Dermatologo Dott. Del Sorbo
SALERNO - SCAFATI

Qualsiasi malattia dermatologica può interessare la cute dell’orecchio esterno. La psoriasi, l’eczema da contatto, la dermatite atopica, le tinee, le infezioni da candida e la dermatite seborroica, possono interessare la zona retroauricolare, il padiglione auricolare e il condotto uditivo, presentandosi con eritema, desquamazione e prurito. In età pediatrica, il grattamento cronico può indurre impetiginizzazione delle lesioni con peggioramento improvviso del quadro clinico.

dermatite orecchie
La foto mostra una dermatite seborroica del padiglione auricolare e del condotto uditivo, con le caratteristiche squame giallo untuose

Anche le verruche, il mollusco contagioso, l’herpes simplex, l’herpes zoster, i nevi, le cheratosi attiniche, i carcinomi cutanei, le cheratosi seborroiche e le papule elastosiche di Carter, possono avere una localizzazione a livello del padiglione auricolare. I cheloidi del padiglione auricolare invece, fanno seguito quasi sempre a un trauma meccanico (es. piercing) e insorgono nei soggetti predisposti. La sindrome dell’orecchio rosso (red ear syndrome) è stata descritta nel 1994 dal neurologo australiano James Waldo Lance e si presenta con eritema, edema e parestesia del padiglione auricolare.

immagini di dermatite con prurito all'orecchio
La foto mostra numerosi noduli di Winkler (noduli dolorosi dell’orecchio o condrodermatite nodulare dell’antelice)

I noduli dolorosi dell’orecchio o noduli di Winkler, si sviluppano nel giro di pochi mesi a livello del bordo dell’orecchio (elice) e all’antelice. Si tratta di manifestazioni estremamente dolorose a causa dell’iperplasia delle fibre nervose all’interno del tessuto infiammato e talora risulta persino difficile poggiarvi il telefono o dormirci sopra. Essi furono descritti la prima volta nel 1915 dal medico svizzero Max Winkler (malattia di Winkler) e data l’origine microtraumatica sono anche denominati orecchio del dormiglione. Nelle persone predisposte, il derma va incontro localmente a una degenerazione necrotica e viene espulso per via transepidermica. Le infiltrazioni locali di steroidi, la laserterapia, il curettage, la crioterapia e l’asportazione chirurgica tradizionale, rappresentano opzioni terapeutiche da valutare da paziente a paziente, tenendo presente la possibilità di recidive. L’acantoma fissurato retroauricolare (granuloma fissurato) si presenta generalmente suddiviso in due parti da un solco verticale ed è accentuato da eventi traumatici, come ad esempio la montatura degli occhiali troppo stretta. Per uno studio accurato dei distretti extracutanei (come ad es. nella policondrite cronica atrofizzante di von Jaksch Wartenhorst) e per i test di funzionalità di questo importantissimo organo, si rende necessaria e preziosa la consulenza otorinolaringoiatrica. L’otorinolaringoiatra è infatti il medico specialista della prevenzione, della diagnosi e della terapia delle patologie di questo importante apparato. Per le patologie cutanee dell’orecchio esterno è invece importante un approccio di tipo multidisciplinare (es. otorinolaringoiatria, audiometria, dermatologia, pediatria, etc).

immagine di melanoma dell'orecchio localizzato alla regione retroauricolare
Particolare attenzione va posta ai nei della regione retroauricolare per riconoscere e asportare un eventuale melanoma dell’orecchio.

desquamazione alle orecchie