paginemediche

Alopecia araeta Napoli e Salerno: cure, foto e immagini cliniche



ALOPECIA AREATA DEL CUOIO CAPELLUTO

a cura del Dermatologo Dott. Del Sorbo
SALERNO - SCAFATI



DEFINIZIONE DI ALOPECIA
Il termine alopecia fu introdotto nel V secolo a.C. dal medico greco, Ippocrate di Kos per indicare un diradamento più o meno diffuso dei peli o dei capelli. La parola deriva dal greco (alopex = volpe), in quanto la volpe cambia il pelo in autunno e primavera.

ALOPECIE CICATRIZIALI E NON CICATRIZIALI

Esistono diverse forme di alopecia, alcune transitorie (es. defluvium post partum, anagen effluvium, telogen effluvium, tricotillomania, alopecia sifilitica a piccole chiazze di Lee McCarthy, etc) ed altre ad evoluzione cronica (es. alopecia androgenetica, pseudoarea di Brocq, lichen planus, lupus eritematoso, morfea, etc).



ALOPECIA AREATA

L'alopecia areata rientra tra le forme reversibili, acquisite e non cicatriziali di alopecia, sebbene vi siano casi il cui decorso può durare molti anni. In questa patologia la perdita dei capelli è localizzata alle aree in cui i follicoli piliferi sono attaccati dal sistema immunitario del paziente. L'alopecia areata fu descritta intorno all'anno 30 d.C. dal medico romano Aulo Cornelio Celso, da cui prende il nome (area Celsi), per distinguerla dall'alopecia androgenetica (calvizie comune) descritta 5 secoli prima da Ippocrate e nota pertanto anche come alopecia ippocratica.


LE CAUSE DELL'ALOPECIA AREATA

Nell'alopecia areata il capello viene distrutto da un processo autoimmunitario. Come per le altre malattie dermatologiche, molto importante è la componente emotiva della patologia ed infatti tale forma viene anche denominata alopecia da stress. Episodi di forte stress emozionale (es. perdita di una persona cara, forte paura, carattere ansioso, etc) possono talora innescare il processo. Molto importante per il dermatologo è la ricerca di possibili patologie autoimmuni associate (es. vitiligine, tiroiditi, diabete mellito, etc).



alopecia_areata_cure
La foto mostra due casi di alopecia areata del cuoio capelluto regredite nel giro di 6 mesi


ALOPECIA AREATA E CREDENZE POPOLARI: ALCUNI MITI DA SFATARE

L'alopecia areata è causata da un processo autoimmune ed infiammatorio del follicolo pilifero. Essa pertanto non è infettiva e non è causata da alcun "verme" della pelle, come spesso riportato dalle credenze popolari di un tempo. Il mito del verme che cammina sotto la pelle e distrugge il pelo, nasce probabilmente dal fatto, che una variante di alopecia areata denominata ofiasi (che dal greco significa serpente) a causa del suo decorso sinuoso, un tempo veniva chiamata snake's disease (malattia del serpente). Attualmente, antichi termini medici utilizzati per indicare in maniera generica un diradamento dei capelli, (es. alopecia da stress, tricorrea, defluvium capillorum, porrigo decalvante, etc), sono sempre meno utilizzati in tricologia medica e riportati nel lunghissimo elenco delle malattie dermatologiche con la moderna nomenclatura.



COME SI PRESENTANO LE CHIAZZE DI ALOPECIA AREATA

L'alopecia areata si presenta con una o più chiazze rotondeggianti, prive di peli o capelli. Essa si può localizzare in qualsiasi area del corpo, ma le aree maggiormente interessate sono il cuoio capelluto e la barba. Anche le unghie possono talora essere interessate, con onicopatia punctata ed aumento della striatura verticale della lamina. Al momento della visita dermatologica è possibile riscontrare all'interno delle chiazze alopeciche, i capelli a punto esclamativo e i capelli cadaverizzati, meglio evidenziati con la dermatoscopia del cuoio capelluto, tecnica rapida e non invasiva, nota anche come tricoscopia, scalposcopia o esame tricoscopico. I capelli bianchi si dimostrano particolarmente resistenti alla caduta e nelle persone con capelli brizzolati, un'alopecia areata può lasciare intatti solo questi, dando l'impressione di un rapido imbianchimento dei capelli in poche ore. Si narra infatti della regina Maria Antonietta che sbiancò tutti i capelli in una notte, quando seppe della sua imminente esecuzione capitale. Tra le varianti estese di alopecia areata ricordiamo l'alopecia totale, con perdita di tutti i capelli e l'alopecia universale, con scomparsa dei peli su tutto il corpo (es. capelli, ciglia, sopracciglia, peli pubici, etc).



terapia_alopecia_areata

Esistono diverse forme di alopecia, da inquadrare al momento della visita specialistica presso il proprio dermatologo

alopecia a piccole chiazze in paziente con sifilide secondaria


LA VISITA DERMATOLOGICA PER L'ALOPECIA AREATA

Con la visita specialistica, il dermatologo distingue facilmente una semplice alopecia areata, da altre forme di diradamento di natura infettiva (es. tinea capitis, tinea favosa, alopecia a piccole chiazze in corso di sifilide secondaria, etc) o non infettiva (es. alopecia androgenetica, telogen effluvium, alopecie cicatriziali, etc). Una volta escluse possibili patologie autoimmuni associate, le terapie si basano solitamente sull'uso di rimedi sistemici associati ad eventuali preparati dermatologici per uso topico, variabili da caso a caso.


alopecia_areata_napoli_salerno

TRICOLOGIA MEDICA - DERMATOSCOPIA DEL CUOIO CAPELLUTO - PRENOTA VISITA

Home Page | Chi siamo | Dove Siamo | Prestazioni | Prenota visita | Guida dermatologica | Visita a domicilio | Forum | Download | Glossario | Link | Mappa del sito


Anno 2014 - Sito di dermatologia e venereologia a cura del dermatologo venereologo Dott. Del Sorbo CONDIZIONI DI UTILIZZO